Umbria: una meta da scoprire per il trekking

L'Umbria, come tutte le regioni d'Italia, è in grado di offrire agli appassionati delle escursioni dei percorsi suggestivi ed indimenticabili.

L'Umbria è una meta ideale per chi vuole praticare il trekking, e in questa guida scopriremo alcuni dei tratti più incantevoli, che si sovrappongono a volte anche con la possibilità di fare rafting in canoa.

Umbria: dal trekking al rafting, ecco i luoghi perfetti

Come abbiamo detto, in Umbria vi è una particolarità, e cioè la possibilità di fare trekking lungo percorsi incantevoli per poi arrivare a siti da cui partire in canoa.

Il primo degli esempi è quello del Parco del Monte Cucco.

Per arrivarci è sufficiente recarsi nel nord-est dell'Umbria, dove si viene accolti da un parco in cui i boschi declinano verso gole attraversate da fiumi impetuosi. Lungo i percorsi attrezzati del parco è possibile sia ammirare la natura incontaminata, sia scendere verso i punti di approdo e partenza delle escursioni in canoa.

Maggiori informazioni possono essere reperite sul sito https://www.umbriaraftingecanoa.it.

Come non citare poi il Parco Fluviale del Fiume Nera, dove alle camminate si possono affiancare le pagaiate?

Siamo nella zona dell'Umbria chiamata il 'Parco delle Acque'. Con i suoi 2000 ettari disseminati di percorsi il visitatore avrà modo di scoprire tutta la bellezza dell'Umbria, sia via terra che via fiume.

Percorsi per il trekking in Umbria

Ci sono, in Umbria, dei luoghi magici che si perdono letteralmente nella notte dei tempi. Un luogo perfetto per le camminate immerse nella cultura e nella fede, ad esempio, è quello del Monte Subasio.

I percorsi di trekking in umbria permettono al visitatore di camminare laddove un tempo camminava San Francesco, e lo conduce lungo sentieri che partono da Assisi per finire a Nocera Umbra.

Chi ama il bird watching invece non può perdersi il piccolo ma incantevole Parco di Colfiorito. Qui i percorsi si snodano lungo le paludi e gli stagni, dove si dissetano le tantissime specie di volatili presenti nell'area.

Infine, tra i tanti parchi nazionali, particolarmente spettacolare è quello dei Monti Sibillini.

Qui si possono ammirare laghi di origine glaciale, e percorsi attrezzati per il trekking permettono quasi di tornare indietro nel tempo e camminare laddove millenni fa camminavano uomii primitivi.

I percorsi organizzati non comprendono però solo la visita alle bellezze naturalistiche, ma permettono di visitare anche i borghi medioevali della zona.

Nel parco dei Monti Sibillini si trovano, come del resto anche nelle altre aree, percorsi adatti per ogni livello di esperienza e preparazione atletica. Si parte infatti dal trekking amatoriale, che rimane a livello delle vallate e si snoda lungo sentieri di poche decine di minuti, finoa ad arrivare alle escursioni in quota lunghe anche diverse ore.

Tra maggio e settembre la piana di Castelluccio di Norcia è in fiore

Uno dei posti più magici per fare trekking in Umbria è decisamente Casetlluccio di Norcia. Si tratta di un'area coltivata, che nel periodo della fioritura, si trasforma in qualcosa di talmente spettacolare da richiamare turisti da tutto il mondo.

Per via della disposizione dei campi coltivati e dell'ampiezza dell'area, la zona si presenta (vista dall'alto) come un immenso quadro dai mille colori.

Il Parco del Lago Trasimeno e i suoi percorsi

Perfetto per gli amanti del trekking e della natura è poi il Parco del Lago Trasimeno.

Qui sono stati creati diversi percorsi, di cui 16 sono strutturati ad anello e permettono di circumnavigare il lago camminando tra le colline.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close